SOCIETA' ITALIANA COLLIES

Lo standard del Rough Collie

FCI Standard N° 156 / 19.01.2011


CANE DA PASTORE SCOZZESE A PELO LUNGO
COLLIE (ROUGH)


Origine: Gran Bretagna


DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE:
13.10.2010


UTILIZZAZIONE: Cane da pastore


CLASSIFICAZIONE F.C.I. Gruppo 1 Cani da pastore e bovari (esclusi i bovari Svizzeri)
Sezione 1. a Cani da pastore
Senza prova di lavoro


BREVE CENNO STORICO: Il Collie “Rough”e lo “Smooth” sono lo stesso
cane con la differenza nella lunghezza del pelo. Si pensa che la razza si sia evoluta da
cani originariamente portati in Scozia dai Romani, accoppiati poi con cani del luogo. I
puristi possono far notare le sottili differenze che sono apparse quando singoli allevatori
selezionarono soggetti per il loro allevamento, ma rimane il fatto che le due razze
ancora recentemente provenivano dallo stesso ceppo e, a dire il vero, presentano linee
in comune che possono essere trovate a tutt’oggi. Il Rough Collie è si può dire la
versione raffinata del Collie da lavoro dei pastori scozzesi, dai quali è stato selezionato
da più di un centinaio d’anni. Molti di questi cani possono tuttora svolgere in modo
soddisfacente il loro lavoro, quando se ne presenti l’opportunità. Il messaggio più
importante è che malgrado tutta la sua bellezza, il Collie è un cane da lavoro.

ASPETTO GENERALE Il collie deve immediatamente conquistare come cane di grande bellezza e deve mostrare, da fermo, una impassibile dignità con ogni regione del corpo proporzionata all’insieme.

CARATTERISTICHE La sua struttura deve sprigionare forza e agilità senza alcuna traccia di grossolanità. L’espressione è di grande importanza. Nel considerare i valori relativi, essa è ottenuta dal perfetto equilibrio e disposizione del cranio e della canna nasale, dalla dimensione, forma e colore degli occhi, dalla corretta posizione e portamento delle orecchie.

TEMPERAMENTO Indole amichevole, senza traccia di nervosismo o di aggressività.

 

TESTA E CRANIO

Le qualità della testa e del cranio sono di grande importanza e devono essere considerate in proporzione alla taglia del cane. Vista di fronte come di profilo la testa deve rassomigliare a un cuneo ben smussato e pulito, armonioso nelle linee. Il cranio deve essere piatto. Le facce laterali della testa devono assottigliarsi gradualmente e uniformemente dalle orecchie al tartufo nero senza zigomi prominenti o muso appuntito. Viste di profilo, le linee superiori del cranio e del muso si estendono in due linee diritte e parallele, di uguale lunghezza, separate da uno stop leggero ma percettibile. Un punto di mezzo fra gli angoli interni degli occhi (che corrisponde al centro di uno stop correttamente piazzato) è il centro di equilibrio della testa in senso longitudinale. L’estremità del muso deve essere netta e ben arrotondata, smussata ma non squadrata. Mascella inferiore forte, ben tagliata. La profondità del cranio a partire dalla fronte fino alla parte inferiore della mascella non deve essere mai eccessiva (profondità in altezza). Il tartufo deve essere sempre nero.

OCCHI:  Sono una importante caratteristica e conferiscono una espressione dolce al cane. Devono essere di grandezza media (mai troppo piccoli), con inserzione un po’ obliqua, a forma di mandorla e di colore marrone scuro, eccettuato che per il blue merle in cui gli occhi sono frequentemente (uno o tutti e due, o parte di uno o di entrambi) blu o macchiati di blu. L’espressione è piena di intelligenza e quando il cane è in ascolto lo sguardo è vivo e attento.

ORECCHIE: Le orecchie devono essere piccole né troppo ravvicinate né poste troppo di lato. Quando il cane è in riposo sono, abitualmente, gettate all’indietro; ma quando il cane è vigile sono portate in avanti, semi-erette, cioè con approssimativamente due terzi dell’orecchio eretto e l’ultimo terzo cascante naturalmente in avanti, sotto l’orizzontale.

BOCCA: Denti di buona grandezza. Chiusura a forbice


CORPO: Piuttosto lungo rispetto all’altezza. Dorso fermo, leggermente rimontante verso le reni, costole ben discese, torace profondo e piuttosto ampio dietro le spalle.

COLLO: Deve essere muscoloso, potente, di bella lunghezza e ben arcuato.

ANTERIORE: Le spalle devono essere oblique e ben angolate. Gli arti diritti e muscolosi, né sporgenti né rientranti ai gomiti, con ossatura di moderata grossezza.

 

POSTERIORE: Gli arti posteriori devono avere cosce muscolose, metatarso asciutto e nervoso, grassella ben modellata. Il garretto piazzato abbastanza in basso e molto potente.

PIEDI: Devono essere di forma ovale con buone suole, dita curve e ben serrate. I piedi posteriori meno arcuati di quelli anteriori.

ANDATURA: Il movimento è spiccatamente caratteristico di questa razza. Un cane solido non ha mai i gomiti scollati, tuttavia esso si muove con i piedi relativamente vicini l’uno all’altro. Plaiting, crossing, rolling sono gravemente indesiderabili. Gli arti posteriori dal garretto fino a terra, se visti da dietro, devono essere paralleli, ma non troppo chiusi; visto di lato il movimento deve essere sciolto. Posteriori potenti, dotati di spinta. E’ preferibile una falcata piuttosto lunga, che deve essere leggera e senza sforzo apparente.

CODA: La coda deve essere lunga e l’osso terminale di essa deve raggiungere almeno l’articolazione del garretto. La coda è portata pendente con punta leggermente rivolta in alto quando il cane è a riposo, quando il cane è eccitato essa può essere portata allegramente ma mai superare la linea del dorso.

MANTELLO Il mantello deve conferire armonia alle forme del cane. E’ molto denso, con pelo di copertura ruvido al tatto; il sottopelo è morbido come una pelliccia e molto compatto, tanto da nascondere quasi la pelle. La criniera e il collare devono essere molto abbondanti; sul muso il pelo deve essere liscio e lo stesso dicasi per le estremità delle orecchie, che devono però avere peli lunghi verso la base. Gli arti anteriori devono essere ben forniti di pelo; quelli posteriori forniti di pelo a profusione al di sopra del garretto, ma non al di sotto di questo. Il pelo della coda è molto abbondante.

COLORE: I tre colori ammessi sono: sabbia e bianco; tricolore; blue-merle.
  • Sabbia: Tutte le sfumatura da oro chiaro a sabbia sfumato a mogano intenso. Le tonalità paglia o crema sono molto indesiderabili.
  • Tricolore: Predominanza di nero con intense focature sugli arti e sulla testa. Indesiderabili sono riflessi rossi sul nero.
  • Blue-merle: Predominanza di blue chiaro, argentato, macchiato o marezzato di nero. Focature intense sono preferibili, ma l’assenza di queste non deve essere penalizzata. Sono invece assolutamente indesiderabili le grandi macchie nere, il color ardesia oppure i riflessi rossi sul pelo esterno o sul sottopelo.

MACCHIE BIANCHE: Tutti i tipi di mantello sopra citati devono avere le macchie bianche tipiche del collie in proporzioni più o meno grandi. Sono desiderabili le seguenti marcature: collare bianco completo o parziale, pettorale bianco, gambe e piedi bianchi, punta della coda bianca. E’ ammessa una macchia bianca sul muso o sul cranio o su entrambi.

TAGLIA:

  • Maschi: da cm 56 a cm 61 al garrese.
  • Femmine: da cm 51 a cm 56 al garrese.

DIFETTI: qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata difetto e la
severità con cui va penalizzata deve essere proporzionata alla sua gravità
e alle sue conseguenze sulla salute e il benessere del cane, e sulla
capacità di svolgere il suo tradizionale lavoro.



DIFETTI ELIMINATORI:
- Cane aggressivo o eccessivamente timido
- Qualsiasi cane che presenti anormalità fisiche o comportamentali sarà
squalificato.


N.B I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente
discesi nello scroto.