SOCIETA' ITALIANA COLLIES

in ricordo di Audrey Chatfield

 

collage (1)

All’età di 94 anni ci ha lasciato una delle protagoniste della nostra razza del dopoguerra. Audrey Chatfield, allevatrice dei Dunsinane, non ha solo allevato cani famosi in tutto il mondo, esportati in tutta Europa e giudice stimata in Inghilterra e all’estero, invitata da tutti i Club della razza. Ma è anche stata la fondatrice e la ispiratrice della International Collie Society. Già curatrice del Yorkshire Collie Club Handbook dagli inizi degli anni 70, dal 1980 ha dato vita all’International Handbook che fino al 2012 (dopo essere passato nelle mani di Valery Geddes) è stato il punto di riferimento degli allevatori della razza nel mondo intero. Oltre a pubblicare gli Handbook che illustravano i maggiori allevamenti Europei fino all’Australia e l’America, venivano organizzati ogni anno dei bellissimi e interessanti Convegni, tre o quattro giorni di vacanza dove fraternizzare e scambiarsi opinioni, discussioni, partecipare a raduni e fare visite turistiche. Ho un bellissimo ricordo di questi eventi, e dato che i collie non hanno, come la maggior parte delle altre razze, un Club Mondiale che riunisca tutti i vari Club, questa iniziativa serviva se non altro a favorire i confronti. Incontri che sono andati mano mano a distanziarsi. Purtroppo i costi da affrontare hanno influito negativamente sulla realizzazione delle diverse iniziative. Audrey Chatfield ha continuato ad allevare fino al 1982 quando un suo cane ha vinto il CC al Crufts, dopo di che ha deciso di chiudere, diciamo così, in bellezza ritirandosi in campagna con sempre un collie al fianco oltre ad un akita! Ai Dunsinane resta il merito di aver lasciato il loro segno nei pedigree della maggior parte dei collie britannici, e di conseguenza europei. Cani eleganti, ben costruiti ed indimenticabili.

MARIA TERESA GARABELLI

Allevamento di Cambiano